ognitanto la mia sorellina spruzza saggezza da tutti i pori: "o dio non esiste, oppure e' una gran testa di cazzo..." e scusate le parole dolci usate...

sabato 18 dicembre 2010

quanto mi piace lavorare, sopprattutto d'inverno... alzatina alle 4 del mattino, fuori meno 10 gradi, il mio treno parcheggiato dietro ad un treno merci, quindi doppio giro per arrivare al mio treno, la loc che scalda e non scalda, aria tiepida e fuori non e' mica aumentata la temperatura, sono ancora le 4 e trenta e ci sono meno 10, azz... ma almeno funziona, non da segni di morte, come capita spesso nell'ultimo periodo (devo ritenermi fortunato oppure ho una manina dorata o d'orata??) e poi parcheggio il treno sul primo binario e vado a guardare se le porte si aprono e? nisba, nada, ghiaccio, dico 15cm di ghiaccio che bloccano le porte... non una, tutte! e vai dal dirigibile, che gia' sta guardando fuori dalla finestra, perche' mi sente imprecare e tirare calci... "scusa, ma avresti mica un martello o qualcosa di simile??" e vai col martello a spaccare ghiaccio, porta dopo porta, riuscendo almeno a far aprire un'anta di ciascuna porta con i passeggeri, pochi per fortuna alle 5 e mezza del mattino, che ti guardano... uno che ti guarda ridendo, l'altra shockata, l'altro non guarda perche' e' ancora addormentato... ma poi dai che si riesce pure a partire con 10 minuti di ritardo, ma almeno si parte con le porte che fischiano e giu' verso sud...
e poi che scopro quando ho quasi finito?? che hanno soppresso un casino di treni perche' non riuscivano ad aprire le porte... se serviva una mano bastava dirlo, avevo il martello pronto...

1 commento:

  1. sei troppo diligente...ti dovresti uniformare all'Italia o_O

    RispondiElimina